Presentiamo alcune località d’interesse turistico, utili nella programmazione del vostro tour in Polonia. SOS Travel, con il proprio ufficio a Cracovia, è un Tour operator incoming della Polonia e può offrire tariffe vantaggiose a gruppi ed individuali. Nei mesi primaverili ed estivi, inoltre, presentiamo una ricca programmazione di gruppi a formazione ai quali iscriversi a partire da 2 partecipanti e con partenza garantita. Troverete qui i tour in Polonia, mentre per preventivi di gruppi potete chiedere compilare questa pagina.

Tour della Polonia

Dividiamo questo post in due parti, la prima con le località vicine a Cracovia, principale destinazione della Polonia. Seguirà un secondo post con le località dell’area di Varsavia.

A pochi km da Cracovia, nella cittadina di Wieliczka è possibile visitare un sito UNESCO preziosissimo, un vero tesoro sotterraneo. Si tratta dell’antica Miniera di Salgemma di Wieliczka. Il percorso turistico dura circa 3 ore, è adatto a persone di ogni età e presenta ai visitatori le sale più imponenti scolpite a mano da minatori-autodidatti, cappelle di sale, cunicoli, passaggi nascosti e pozzi profondi. La visita, sempre con la guida del Museo è accompagnata da musiche e luci perfettamente scelte che rendono l’atmosfera ancora più magica. E’ una tappa obbligata per chi visita la Polonia, sia d’estate sia d’inverno.

Campo di concentramento di Auschwitz e Birkenau
Il campo di concentramento di Auschwitz, distante c.ca 50 km da Cracovia venne creato inizialmente come campo di smistamento per polacchi arrestati da truppe tedesche per i quali non c’era abbastanza spazio nelle prigioni già esistenti. A partire dal 1942, il campo divenne uno dei centri di “Endlösung der Judenfrage” – piano nazista che prevedeva la liquidazione di tutta la popolazione di origine ebrea presente nei territori occupati dal III Reich, la cosiddetta risoluzione finale della questione ebraica. Oggi, all’interno di Auschwitz I e Auschwitz II Birkenau è allestito un grande museo, pieno di documenti storici, fotografie e prove del genocidio che vi si svolse, meta obbligatoria di quasi tutti i turisti che vengono in Polonia.

Monti Tatra e Parco Nazionale Tatrzanski
Con bel tempo, soprattutto durante una vacanza estiva in Polonia è consigliabile dedicare una giornata a fare un salto a Zakopane, nei Monti Tatra. Sono una parte della catena montuosa dei Carpazi e costituiscono una delle buone mete turistiche della zona, sia per chi ama camminare o fare trekking, sia per gli sciatori. Nei Monti Tatra è stato istituito pure un parco nazionale nel quale si conservano ancora alcune specie di animali o piante uniche in Europa – orsi bruni, marmotte, linci e molte altre. Chi invece ama degustare piatti tipici di varie cucine del mondo può trovare, a Zakopane e nei dintorni un poco meno affollati, delle trattorie chiamate “karczma” che servono piatti della cucina montanara polacca, sostanziosi e ottimi soprattutto quando fa freddo.

Wadowice e luoghi di Giovanni Paolo II
I turisti devoti a Giovanni Paolo II oppure semplicemente curiosi di conoscere una delle figure più notevoli della storia mondiale del XX secolo possono scegliere di recarsi a Wadowice, città natale del Papa che dista da Cracovia circa 50 km. Nel centro storico della cittadina è possibile visitare la chiesa parrocchiale dove il piccolo Karol fu battezzato e anche una bella mostra dedicata alla sua infanzia e gioventù, ed anche alla vita adulta da sacerdote, cardinale e Papa. Nelle numerose pasticcerie del luogo si servono i “millefoglie del Papa”, dolci alla crema che Giovanni Paolo II aveva spesso ricordato con nostalgia durante le sue visite in Polonia. Vicino a Wadowice è anche consigliabile fermarsi un poco a Kalwaria Zebrzydowska per vedere il santuario della Madonna degli Angeli con l’icona miracolosa della Madonna del Perpetuo Soccorso – uno dei luoghi più cari a Papa Wojtyla. Questa località è inclusa in praticamente tutti i pellegrinaggi in Polonia, tour organizzati per visitare i luoghi cari al papa polacco.

Jasna Gòra (Monte Chiaro) e il Santuario della Madonna Nera di Czestochowa
Il Santuario della Madonna Nera si trova a circa 150 km da Cracovia sono luoghi importanti soprattutto per i pellegrini devoti alla Madonna Nera. L’icona miracolosa chiamata dal beato Giovanni Paolo II “Regina della Polonia” venne dipinta, secondo la leggenda da San Luca su un semplice pezzo di legno proveniente dal tavolo appartenente alla Sacra Famiglia. Giunta in Polonia nel corso del ‘300, l’icona continua ad essere la più venerata in tutto il paese. Intorno al Santuario e al monastero dei frati paolini si possono ammirare possenti mura che durante il cosiddetto Diluvio Svedese, l’invasione che distrusse la Polonia negli anni 1655 – 1657 difesero l’icona e diedero alle truppe polacche la possibilità di respingere l’attacco nemico. Molti credenti attribuiscono la vittoria all’intervento miracoloso della Madonna Nera avendo così un motivo in più per vederla con i propri occhi e per pregare nella sua bellissima Cappella.

Dodaj komentarz