Ai gruppi parrocchiali, alle associazioni e alle agenzie interessate a programmare un pellegrinaggio in Polonia proponiamo il nostro tour La Polonia dei Santi. Il meglio per un cammino di fede alla scoperta del paese di Karol Wojtyla, dalla città di Cracovia alla Capitale Varsavia, passando sui luoghi più significativi di tre grandi santi: San Giovanni Paolo II, Santa Faustina Kowalska, San Massimiliano Kolbe.

06.06.1992 Isola di Sao Tomé. Arrivo del Papa Giovanni Paolo II all'aeroporto.

La Polonia durante la prossima estate del 2016 sarà famosa nel mondo grazie alla GMG Cracovia 2016. Il paese è da sempre meta di pellegrinaggi e viaggi religiosi, a partire dal lontano 1991 quando la Giornata mondiale della gioventù si celebrò a Czestochowa, città dove sorge il Santuario della Madonna Nera. Il paese è considerato la patria di alcuni dei Santi più importanti del Cristianesimo, dal forte spirito cristiano e dalla mille chiese, al punto che esiste un detto popolare che dice: „Se non ci fosse Roma, Cracovia sarebbe Roma„.

Proprio a Cracovia scopriremo le meravigliose chiese della città, la Basilica Arcicattedrale di San Stanislao e San Venceslao sulla collina di Wawel con il Castello Reale, il luogo dove il papa polacco allora giovanissimo celebrò la sua prima Messa; la Basilica dell’Assunzione di Maria Vergine nella Piazza del Mercato con le sue ricche decorazioni e l’hejnal, una melodia intonata da un trombettiere a ogni ora dal campanile; la Basilica dei Domenicani e quella dei Francescani. Nei pressi di questa splendida chiesa, la finestra del Papa, da cui Karol Wojtyla era solito affacciarsi durante i suoi viaggi apostolici in Polonia.

Nei pressi di Cracovia visiteremo il Santuario della Divina Misericordia di Lagiewniki, uno dei luoghi della GMG con il nuovo Santuario Giovanni Paolo II. Qui assisteremo alla Santa Messa e avremo la possibilità di visitare la tomba dove riposa Santa Faustina Kowalska. La suora infatti visse e morì proprio in questa chiesa e qui scrisse il suo Diario, che registra una vita religiosa ricca di misticismo e veggenza.

Altra tappa del nostro pellegrinaggio in Polonia è la città di Wadowice, la città natale di Papa Wojtyla dove si trova il nuovo museo del papato realizzato nell’abitazione dove nacque e visse il giovane Karol. Sempre a Wadowice è presente l’ottimo ristorante Finezze italiane e dopo la Santa Messa tutti insieme ci raccoglieremo a tavola per ottimi antipasti e primi piatti dello chef  Mauro. Non mancherà come dessert la kremowka papieska, il millefoglie alla crema che era solito mangiare San Giovanni Paolo II. Proseguiremo poi per il Santuario di Kalwaria Zebrzydowska, un altro importante Sanruario sulla via del ritorno a Cracovia.

Dopo la visita ad Auschwitz-Birkenau, il campo di concentramento nazista, fabbrica di orrori e di morte, visiteremo Czestochowa e assisteremo alla Santa Messa nel Santuario di Jasna Gora, famoso per la sua icona della Madonna Nera. Meta di numerosi pellegrinaggi, il Santuario è impreziosito anche dal Museo dei Paolini con i tesori del monastero.

Concluderemo il nostro viaggo in Polonia nella capitale Varsavia dove trascorreremo due giorni. Qui nella Chiesa di Santa Croce vedremo la lapide che contiene il cuore del compositore polacco Fryderyk Chopi.

L’ultima tappa del tour sarà presso il Convento Niepokalanow fondato da Massimiliano Kolbe. Il Santo, francescano dall’impegno instancabile, è stato un martire dell’amore. Imprigionato nel campo di concentramento di Auschwitz, si offrì al posto di un padre di famiglia  per morire in modo atroce affamato dalle SS. L’uomo che si salvo da quell’esecuzione, il signor Franciszek Gajowniczek è stato poi presente alla cerimonia di canonizzazione di Kolbe voluta nel 1982 da Giovanni Paolo II.

Puoi scaricare qui il programma dettagliato La Polonia dei Santi oppure chiedere una quotazione per il tour gruppo alla pagina dei contatti.

Dodaj komentarz