CERCA NEL BLOG

Cosa cambia per visitare la Gran Bretagna con la Brexit

aggiornamento 31 gennaio 2020

E alla fine fu Brexit. Dopo un percorso travagliato iniziato con il Referendum del 2016 dove prevalsero i leave il Regno Unito lascerà l’Unione Europea a partire dal 31 gennaio 2020.

Cosa cambia per chi vuole visitare Londra e le altre città della Gran Bretagna?

Si potrà viaggiare a Londra con la carta d’identità italiana?

Servirà il visto d’ingresso per entrare nel Regno Unito?

Cerchiamo di fare chiarezza su quanto c’è da sapere per chi vuole viaggiare in Inghilterra , riportando le notizie aggiornate dell’Ente Nazionale Britannico per il Turismo VisitBritain con cui siamo in contatto.

Dall’Ente britannico rassicurano: “Vogliamo rassicurare tutti i viaggiatori sul fatto che le modalità per i viaggi verso il Regno Unito nel 2020 non cambiano”.

In particolare è bene chiarire che nulla cambia per il 2020 riguardo i seguenti argomenti:

  • Voli, traghetti, pullman e treni continueranno a funzionare normalmente.
  • Non sarà necessario il visto per i viaggiatori dell’UE che visitano il Regno Unito per vacanze o viaggi di breve durata.
  • I viaggiatori dell’UE possono continuare a viaggiare con la carta d’identità almeno fino al 2021.
  • I viaggiatori in possesso di un passaporto biometrico possono utilizzare le porte elettroniche per l’ingresso rapido e semplice nel Regno Unito.
  • I proprietari di animali domestici potranno viaggiare utilizzando il passaporto per animali domestici dell’UE
  • I cittadini provenienti dall’UE possono ancora utilizzare la tessera di assicurazione sanitaria europea (TEAM) fino almeno al 2021.
  • I clienti possono comunque guidare in Gran Bretagna utilizzando la patente di guida UE.

Quindi per almeno tutto il 2020 le modalità di ingresso nel Regno Unito non cambieranno e si potrà continuare a prenotare i viaggi senza preoccupazioni.

La risposta alla domanda se si potrà entrare in Gran Bretagna con la carta d’identità è semplice: sarà possibile, non serve il visto d’ingresso, non serve il passaporto. Non cambia nulla rispetto al periodo precedente. Tutto ciò riguarda chi è in viaggio per turismo o comunque per soggiorni di breve termine (fino a 90 giorni).

Riguardo l’assistenza sanitaria in Gran Bretagna dopo la Brexit non sono previsti cambiamenti (per il 2020), ovvero con la tessera sanitaria italiana (quella dove è riportato il codice fiscale) si ha diritto all’assistenza sanitaria d’emergenza anche in Gran Bretagna. In aggiunta, comunque, tutti i pacchetti di viaggio SOS Travel includono una polizza medica ad hoc per assistere i viaggiatori in tutte le situazioni.

Le notizie aggiornate da parte del Governo inglese sono disponibili a questa pagina.

Nel 2019 i viaggiatori italiani in Gran Bretagna sono stati 1.800.000, in aumento rispetto agli anni precedenti. SOS Travel programma partenze garantite tutti i periodi dell’anno verso Londra con il City break Tutta Londra in italiano ed il tour Londra e l’Inghilterra del Sud.

Su richiesta per gruppi organizzati sono disponibili programmi ad hoc, tra cui Tour della Cornovaglia e Sulle Tracce di Enrico VIII. Il primo un itinerario lungo le coste dell’Oceano alla scoperta della magica contea che ispirò Virginia Woolf, tra leggende, castelli e l’eleganza inglese; il secondo un tour alla scoperta delle residenze più belle d’Inghilterra raccontando l’affascinante e intrigante storia della famiglia Tudor

Per favorire la conoscenza di nuovi itinerari sarà programmata un’iniziativa di comunicazione congiunta con VisitBritain a partire da marzo 2020, dando visibilità ai tour che prevedono dei pernottamenti fuori Londra.

ALTRI POST

Visita al Santuario di Czestochowa, luogo di pellegrinaggio dei cattolici

Il Santuario di Jasna Gora (Monte luminoso) si trova nella città polacca di Czestochowa ed è visitato ogni anno da oltre 4 milioni di pellegrini cattolici. Vi si trova la Madonna Nera di Jasna Gora, dipinta secondo la leggenda da San Luca e collocata a Czestochowa a partire dal 1382. [caption id="attachment_168" align="aligncenter" width="225" c...
Scopri...

SOS Travel su Travel Quotidiano per parlare di novità e previsioni per l’estate 2015

Travel Quotidiano si occupa di SOS Travel. Intervista a Stefano Iannucci, amministratore del Tour operator specializzato sulle destinazioni dell’Europa dell’Est e la Russia. Nell’intervista uscita nell’edizione 29-31 ottobre si parla delle novità del periodo natalizio con i Mercatini di Natale di Praga, Dresda, Budapest e Vienna. In rassegna anc...
Scopri...