CERCA NEL BLOG

Cosa cambia per visitare la Gran Bretagna con la Brexit

aggiornamento 18 gennaio 2022

E alla fine fu Brexit. Dopo un percorso travagliato iniziato con il Referendum del 2016 dove prevalsero i leave il Regno Unito lascerà l’Unione Europea a partire dal 31 gennaio 2020. Dopo un lungo periodo di transizione la Brexit è entrata ufficialmente in vigore il 31 gennaio 2021.  Una situazione da tenere costantemente aggiornata poiché le notizie per i turisti europei riguardo la Brexit sono ancora oggi in continua evoluzione.

Cosa cambia per chi vuole visitare Londra e le altre città della Gran Bretagna con la Brexit?

Si potrà viaggiare a Londra con la carta d’identità italiana?

Servirà il visto d’ingresso per entrare nel Regno Unito?

 

Cerchiamo di fare chiarezza su quanto c’è da sapere per chi vuole viaggiare in Inghilterra in seguito alla Brexit: sta procedendo infatti nel 2021 la fase di transizione che sta interessando i cittadini europei e di conseguenza le modalità di ingresso nel paese stanno subendo variazioni importanti.

Di seguito i principali cambiamenti che interessano i cittadini europei:

  • Voli, traghetti, pullman e treni continueranno a funzionare normalmente.
  • Non sarà necessario il visto per i viaggiatori dell’UE che visitano il Regno Unito per vacanze o viaggi di breve durata (massimo 6 mesi).
  • I viaggiatori dell’UE possono continuare a viaggiare con la carta d’identità fino al 1 ottobre 2021.
  • A partire dal 2 ottobre 2021 per entrare nel Regno Unito sarà richiesto il passaporto biometrico in corso di validità e con una validità residua di almeno 6 mesi.
  • I proprietari di animali domestici potranno viaggiare utilizzando i passaporti per animali domestici dell’UE emessi prima di gennaio 2021.
  • I cittadini provenienti dall’UE non possono utilizzare la tessera di assicurazione sanitaria europea (TEAM) per usufruire dell’assistenza sanitaria nel Regno Unito.
  • I turisti possono comunque guidare in Gran Bretagna utilizzando la patente di guida UE.
  • Riguardo il roaming gratuito in Inghilterra gli operatori telefonici non si sono ancora espressi definitivamente ma è possibile che possano apportare delle tariffe maggiori per chi usufruisce dei servizi in Gran Bretagna.

Carta d’identità e passaporto: sicuramente il cambiamento più importante per i cittadini europei è legato alle regole sulla carta di identità. Come detto in precedenza fino al 1 ottobre 2021 sarà ancora possibile entrare nel Regno Unito con la carta d’identità valida per l’espatrio. E’ bene ripetere quindi che dal 2 ottobre 2021 non sarà più possibile entrare nel paese con la carta d’identità ma sarà richiesto il passaporto biometrico in corso di validità. Per ora non servirà quindi il visto per entrare nel Regno Unito ma basterà il passaporto per viaggi che superino i sei mesi.

Riguardo l’assistenza sanitaria in Gran Bretagna dopo la Brexit conla tessera sanitaria italiana (quella dove è riportato il codice fiscale) non si avrà più diritto all’assistenza sanitaria in Gran Bretagna. In aggiunta, comunque, tutti i pacchetti di viaggio SOS Travel includono una polizza medica ad hoc per assistere i viaggiatori in tutte le situazioni.

Le notizie aggiornate da parte del Governo inglese sono disponibili a questa pagina.

A seguito della pandemia da Covid19 entrare nel Regno Unito dal 9 gennaio 2022 è sempre più semplice. Non è più richiesto infatti un tampone negativo prima di entrare nel paese ma solo un tampone nei due giorni successivi all’arrivo (incluso nel nostro tour di Londra) ed è necessario presentare alla frontiera il green pass che attesti il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni.

L’Inghilterra oggi sta vivendo un buon periodo per quanto riguarda la situazione Covid19 con restrizioni praticamente azzerate. La mascherina al chiuso non è più obbligatoria ma solo consigliata, bar e ristoranti non hanno limiti di capienza o di persone al tavolo, i negozi sono regolarmente aperti così come i locali e le discoteche. 

La Brexit e le nuove regole che interesseranno i cittadini europei saranno sicuramente superate dalla voglia di tornare a viaggiare e di scoprire un paese unico e con una cultura particolare come l’Inghilterra. SOS Travel programma partenze garantite tutti i periodi dell’anno verso Londra con il City break Tutta Londra in italiano ed il tour Londra e l’Inghilterra del Sud.

Su richiesta per gruppi organizzati sono disponibili programmi ad hoc, tra cui Tour della Cornovaglia e Sulle Tracce di Enrico VIII. Il primo un itinerario lungo le coste dell’Oceano alla scoperta della magica contea che ispirò Virginia Woolf, tra leggende, castelli e l’eleganza inglese; il secondo un tour alla scoperta delle residenze più belle d’Inghilterra raccontando l’affascinante e intrigante storia della famiglia Tudor

Per favorire la conoscenza di nuovi itinerari sarà programmata un’iniziativa di comunicazione congiunta con VisitBritain nel corso del 2021, dando visibilità ai tour che prevedono dei pernottamenti fuori Londra.

ALTRI POST

Conclusa con successo la Fiera TTG di Rimini, le novità per il 2018

Si è conclusa con successo la fiera del turismo TTG Incontri dal 12 al 14 ottobre 2017 presso la Fiera di Rimini. SOS Travel esponeva all'interno dello stand della Polonia insieme all'Ente del turismo polacco, la compagnia aerea LOT, la Regione Malopolska (la regione di Cracovia) ed altri co-espositori specializzati nell'organizzazione di viaggi ne...
Scopri...

Cracovia ebraica ed il Museo di Oskar Shindler

Nella città di Cracovia fra tanti interessanti posti da visitare troviamo il museo di Oskar Shindler assolutamente da non perdere. Si tratta di  un luogo che rende onore al proprietario della fabbrica: Oskar Shindler, che durante la seconda guerra mondiale è riuscito a salvare dallo sterminio circa 1200 ebrei assumendoli nella sua fabbrica che prod...
Scopri...